Nel cuore della Costa degli Dei

Le spiagge più belle, Tropea e Capo Vaticano

La Costa degli Dei, che si trova nella parte meridionale del Mar Tirreno,è chiamata Costa Bella proprio per il suo litorale stupendo, i suoi suggestivi paesaggi e per il suo meraviglioso panorama sulle Isole Eolie, che distano una trentina di chilometri, o "degli Dei" perché evoca immaginari onirici: mare trasparente, fondali ricchi di meravigliose forme viventi, spiagge bianchissime. A lunghe spiagge bianche si succedono rocce frastagliate con piccole cale raggiungibili solo a piedi o in barca. Per un subacqueo nulla di più suggestivo che immergersi in una flora e fauna di bellezza esclusiva.

Tropea è, prima di tutto, una località di mare. Tante sono le sue spiagge, e ognuna è caratterizzata da una qualche particolarità. C’è quella più suggestiva, la spiaggia della Rotonda, con un panorama mozzafiato regalato dalla rupe a strapiombo sul mare; c’è quella più grande, la spiaggia ‘A Linguata, che ha una sabbia bianchissima dinnanzi ad un mare turchese, perfetto per lo snorkeling; e c’è quella romantica, la grotta del Palombaro, che si può raggiungere solo nuotando (o col pedalò) costeggiando l’isolotto. Ma Tropea non è solo mare: anche il suo centro storico è capace di conquistare i turisti che, qui, arrivano da ogni parte d’Italia e del mondo. Visitarlo significa fare un salto indietro nel tempo, tra la storia e le leggende: i palazzi nobiliari del Settecento e dell’Ottocento arroccati alla rupe, Piazza Ercole che un tempo era residenza dei nobili e che oggi ospita la statua del filosofo Pasquale Galluppi, i tanti balconi che offrono una vista straordinaria.

E poi le chiese, che a Tropea sono tante e bellissime, a cominciare da quella Santa Maria dell’Isola che della città è il simbolo. Costruito sull’omonimo scoglio, un tempo abitato dagli eremiti, il Santuario è casa di leggende ed è raggiungibile percorrendo una scalinata risalente al 1810. Una volta giunti in cima, il panorama è mozzafiato.

Capo Vaticano è un susseguirsi di calette dai fondali sabbiosi e cristallini, ritagliati tra speroni rocciosi, lisce scogliere di tufo e rupi appuntite di granito a picco sul mare, con gole e grotte raggiungibili solo con le barche di esperti pescatori. In sette chilometri di acque limpidissime che si tingono di tutte le gradazioni di colori che vanno dal turchese, al blu profondo e all'azzurro, si susseguono panorami di una bellezza di indescrivibile fascino. Una leggenda vuole che nell'antichità vi fosse un oracolo che sostava sul promontorio al quale i naviganti del luogo si rivolgevano prima di affrontare il mare, visitandolo nella grotta dove dimorava, che si trova sotto lo scoglio che prese il suo nome: Mantineo (in greco manteuo) che vuol dire “comunicare la volontà divina”. Prima del boom turistico Ricadi - Capo Vaticano era un piccolo villaggio di pescatori.

Successivamente la purezza del suo mare e i suggestivi paesaggi offerti dalla sua costa hanno attratto sempre un maggior numero di visitatori, divenendo importante centro balneare e favolosa area naturale dalla sabbia bianca.

Capo Vaticano ancora oggi si presenta come una località ancora incontaminata che vanta straordinarie bellezze. Il mare che circonda il Capo Vaticano è il luogo ideale per le immersioni subacquee, dove si possono scoprire i ricchi fondali abitati dalla popolazione ittica più numerosa e variegata d'Italia, tutto grazie ad un gioco di correnti provenienti dai due golfi di Sant'Eufemia da nord e di Gioia da sud. Non dimentichiamo i tramonti sulle vicine isole Eolie: difficile descriverli con le parole...bisogna viverli di persona. 

Sweet Home La Conturella

C.da Sant'Angelo

89866 Ricadi (VV)

P.Iva 03659760791

  • White Facebook Icon
  • White Instagram Icon